Questo sito utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua navigazione. Continuando, dichiari di accettare la nostra informativa sui cookies.

I Libri di Camilla cartadocente

Il mistero del London Eye e Uovonero, la letteratura per ragazzi che racconta la diversità

Panorama.it, lunedì 21 maggio 2012

Ted abita a Londra con sua sorella Kat e i suoi genitori. A scuola lo chiamano neek “un incrocio tra un nerd e un geek, come dire, tra uno sfigato e un secchione. Agli altri non sto simpatico perché faccio sempre discorsi seri. Sto cercando di imparare a parlare di sciocchezze. Ma è difficile”.
Ted conosce la meteorologia meglio di qualunque altra cosa e sa benissimo districarsi tra tempeste, aree di alta pressione, anticicloni e nubi di ogni genere. Quando è agitato guarda il cielo e cerca di capire cosa riserverà il futuro: pioggia o sole, caldo o freddo, vento o grandine? Saper decifrare con precisione i segnali del cielo non lo aiuta invece a comprendere le persone: non capisce mai i doppi sensi e i sottintesi e fa fatica ad afferrare cosa dicano le persone con il loro corpo: bocca in su felice, bocca in giù triste, bocca serrata arrabbiato. Il signor Shepherd gliel’ha insegnato, ma non sempre la realtà è così semplice.
Il mistero del London Eye è il mistero che ha risolto Ted, con il suo “strano cervello, su cui gira un sistema operativo diverso da quello delle altre persone”. Cosa può essere accaduto a Salim, il cugino di Ted, salito sulla ruota panoramica di Londra lunedì 24 maggio alle 11.32 e mai più ridisceso dalla capsula su cui era salito? Rapito? Volatilizzato? Scappato? Ma come? Ted e Kat l’avevano tenuto d’occhio per tutto il giro della ruota. Panico, spavento e terrore, dove sarà finito il povero Salim?
Ted e Kat condurranno un’indagine parallela alla polizia e riusciranno, grazie alla testa di Ted, a scoprire cosa è successo. Ce lo racconterà lo stesso Ted, con le sue parole, le sue stranezze e le sue emozioni, a cui non possiamo non appassionarci. Il mistero del London Eye, scritto dall’irlandese Siobhan Dowd ed edito da Uovonero, è stato premiato quest’anno al Salone del libro di Torino con l’oscar della letteratura per ragazzi, il Premio Andersen 2012, come miglior libro oltre i 12 anni.

Uovonero è una casa editrice fuori dall’ordinario e ha fatto di questa caratteristica il suo marchio distintivo. Uovonero è nata la sera del 2 marzo 2010 dalla comunione d’intenti di tre persone provenienti da ambiti culturali diversi: psicologia dell’autismo, comunicazione e musica. Passione comune: i libri e la lettura e l’idea che questa, oltre che essere un piacere, possa aiutare a capire il mondo e quindi ad essere più liberi.
Il carattere distintivo della casa editrice è però quello di essere andati ancora oltre e aver pensato che “molte persone restano escluse dalla possibilità di godere dei libri: sono le persone affette da autismo, da dislessia, da ritardo cognitivo, da varie forme di disturbi dell’apprendimento. Noi di Uovonero vogliamo che chiunque, nessuno escluso, possa esercitare il proprio diritto alla lettura”.

E così hanno fatto, creando tre diverse collane:
1. I pesci parlanti, classici dell’infanzia illustrati e scritti con parole e immagini per facilitarne la lettura a chi ancora non riesce a leggere autonomamente. Sono libri cartonati e robusti, con una sagomatura apposita che rende facile sfogliare le pagine.
2. I Geodi sono sassi del tutto anonimi, grigi e tondeggianti, ma al loro interno nascondono meravigliosi cristalli colorati, bisogna solo saperli aprire. Ed ecco così albi illustrati e libri di narrativa che, con le loro storie curiose e i loro affascinanti disegni ci fanno conoscere e comprendere la diversità. Tra i Geodi, troviamo Il mistero del London Eye e Animali di versi di Isabella Christina Felline e Roberta Angeletti. Animali di versi è il racconto attraverso buffe illustrazioni dal tratto grafico ironico e divertente di storie di animali molto particolari: si racconta per esempio “…di un lupo buono e vegetariano…di una lepre che corre assai piano…”, tra rime bislacche e animali un po’ matti, un libro che racconta la varietà del mondo e che invita a partecipare attivamente alla lettura, scrivendo e disegnando negli spazi vuoti delle pagine.
3. I raggi, una collana di saggistica dedicata ad approfondire l’autismo e altre tipologie di sindromi con libri che uniscono contenuti tecnici e scientifici a esperienze dirette.

Ilaria Cairoli

leggere è un diritto di tutti

7

Creare libri speciali per dare a tutti i bambini, compresi quelli che hanno difficoltà di lettura di vario genere, il piacere di leggere e di condividere gli stessi libri.

Diffondere una cultura della diversità intesa come ricchezza, che sappia stimolare curiosità e conoscenza anziché paura e diffidenza, per mezzo di albi illustrati, opere di narrativa e saggi.

contatti

  • Via Marazzi, 12 - 26013 Crema
  • Tel. +39 0373 500622
  • Mail: libri@uovonero.com

Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo
3

Librerie
Hai una libreria e vuoi acquistare i nostri titoli? Contattaci

 
6

Scuole 
uovonero organizza incontri di formazione per gli insegnanti e incontri e laboratori per gli studentiVuoi saperne di più?