Questo sito utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua navigazione. Continuando, dichiari di accettare la nostra informativa sui cookies.

I Libri di Camilla cartadocente

Compagni di lettura

Terre di mezzo, settembre 2012

Con pittogrammi colorati e pagine facili da sfogliare, i libri di uovonero sono divertenti e accessibili a tutti i bambini.

 

C'era una volta una vecchina che campava di elemosina. Viveva con la sua gallina che, un bel giorno, depose un uovo nero. La vecchina lo vendette al re e dall'uovo nacque un bel galletto che, alla fine della fiaba, si trasformò in un bel principe. L'uovo nero della fiaba di Luigi Capuana esiste anche nella realtà. È una casa editrice  di Crema, città in provincia di Cremona, che vuole contaminare il mercato editoriale con la sua diversità. «Crediamo che leggere sia un diritto di tutti. La lettura aiuta a capire il mondo che ci circonda, ma soprattutto è un piacere», spiega Lorenza Pozzi, editor e co-fondatrice della casa editrice Uovonero.
Purtroppo molte persone, soprattutto bambini e ragazzi, non possono godersi il piacere di un libro a causa di difficoltà di vario genere: autismo, dislessia, ritardo cognitivo o varie forme di disturbi dell'apprendimento. «Noi vogliamo che chiunque, nessuno escluso, possa esercitare il proprio diritto alla lettura», puntualizza Lorenza. E così, in una piovosa sera del marzo 2010, Lorenza Pozzi, Sante Bandirali ed Enza Crivelli hanno dato vita alla loro casa editrice: «Veniamo da mondi professionali diversi, quello che ci lega è una comune passione per i libri», ricorda Enza Crivelli, pedagogista clinica e responsabile per l'autismo dell'ambulatorio riabilitativo "Il tubero" dell'Anffas di Crema. Dopo svariati test e sperimentazioni, sono nati i primi volumi. "Pesci parlanti" è la collana di fiabe classiche pensata per i bambini affetti da autismo, ma adatta anche ai piccoli in età prescolare o con difficoltà di lettura. «Sulla pagina di destra ci sono le illustrazioni, a sinistra il racconto che viene rafforzato da simboli -spiega Sante Bandirali-. Sopra ogniparola ci sono dei pittogrammi che aiutano i bambini autistici a capire la frase". Grazie al sistema Pcs (Picture communication symbols) è possibile infatti "tradurre" le fiabe in un alfabeto grafico, comprensibile anche a quanti non riescono a dare un significato a vocali e consonanti. Belli da leggere e facili da sfogliare. «I nostri piccoli lettori hanno diritto a libri semplici da usare, resistenti e robusti - dice Sante Bandirali, accarezzando con la punta delle dita il bordo cartonato de I tre porcellini - o Le pagine sono state tagliate in un modo particolare, tutto nostro, per voltarle con facilità senza saltarne nemmeno una». «Quello che ci ha uniti, fin dall'inizio, è stata l'idea di diffondere la cultura della diversità», aggiunge Enza Crivelli. Da un lato con libri per tutti i bambini, dall'altro con romanzi e saggi che offrono uno sguardo nuovo nei confronti dell'autismo e di altre forme di disabilità. È il caso del bellissimo Il mistero del London Eye, pubblicato nella collana "I geodi". Ted ha 12 anni, vive a Londra con i genitori e la sorella Kat. Indossa sempre la divisa della scuola, ha una grande passione per la meteorologia e tiene tutto in perfetto ordine. Non riesce a capire i giochi di parole (nemmeno i più semplici), non è in grado di leggere le emozioni sul viso delle persone. Ted ha la sindrome di Asperger, ma la vede in un altro modo: "Il mio cervello gira su un sistema operativo diverso da quello degli altri". E sarà proprio lui a risolvere il mistero della sparizione di suo cugino Salim, che alle 11.32 del 24 maggio è salito sul London Eye (la grande ruota panoramica di Londra) e non è mai più sceso. Difficile capire dove passa il confine tra normalità e diversità: nel romanzo le parole "Asperger" o "autismo" non compaiono mai. E proprio per la "riflessione non consueta attorno alla diversità", il romanzo dell'autrice inglese Siobhan Dowd ha ricevuto il Premio Andersen come miglior libro oltre i 12 anni, tra quelli pubblicati in Italia nel 2011. In autunno Uovonero lancerà nuovi titoli: il romanzo Bog child, sempre di Siobhan Dowd e Castelli di fiammiferi della tedesca Bettina Obrecht; la riedizione di due classici come Riccioli d'oro e i tre orsi e Raperonzolo. Ad arricchire ulteriormente l'offerta una nuova collana dedicata ai sentimenti e alle emozioni dall'insolito nome: "Senti senti quel che so sui sentimenti". Il primo titolo sarà Per favore, non guardatemi!, un volume dedicato alla timidezza, «in cui ci saranno tasche e inserti che ne permetteranno un uso ludico», anticipa Lorenza Pozzi. Libri, ma non solo. Nel catalogo di Uovonero c'è anche Kikkerville, un gioco in scatola per i piccoli con sindrome di Asperger, che hanno difficoltà nel gioco simbolico (quello dove si deve "fare finta di...") e non sempre riescono a rispettare le regole nei giochi sociali, ad esempio il dover attendere il proprio turno. «Chi soffre di disturbi dello spettro autistico fatica più degli altri a divertirsi -spiega Enza Crivelli-o Kikkerville invece è stato realizzato in modo da coinvolgere tutti i bambini, per farli giocare assieme». Altro elemento innovativo di questo gioco è il fatto che i giocatori non sono in competizione l'uno contro l'altro, ma cooperano per superare gli ostacoli e sconfiggere la perfida strega Ranospocchia.

Ilaria Sesana

scarica la recensione in formato .pdf

leggere è un diritto di tutti

7

Creare libri speciali per dare a tutti i bambini, compresi quelli che hanno difficoltà di lettura di vario genere, il piacere di leggere e di condividere gli stessi libri.

Diffondere una cultura della diversità intesa come ricchezza, che sappia stimolare curiosità e conoscenza anziché paura e diffidenza, per mezzo di albi illustrati, opere di narrativa e saggi.

contatti

  • Via Marazzi, 12 - 26013 Crema
  • Tel. +39 0373 500622
  • Mail: libri@uovonero.com

Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo
3

Librerie
Hai una libreria e vuoi acquistare i nostri titoli? Contattaci

 
6

Scuole 
uovonero organizza incontri di formazione per gli insegnanti e incontri e laboratori per gli studentiVuoi saperne di più?