Questo sito utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua navigazione. Continuando, dichiari di accettare la nostra informativa sui cookies.

cartadocente

Io viaggio da sola

Il Manifesto, sabato 14 giugno 2014

EverTeen. «Crystal della strada» di Siobhan Dowd. Diventare adulta con autostop, treni e traghetti

Fiona è il tipo di per­sona che è nata per adot­tare un cane a tre zampe e per sal­vare le balene arpio­nate. Però, quando sce­glierà chi tirare fuori dai guai, non farà niente di tutto que­sto, ma si imbat­terà in Holly Hogan. Una ragaz­zina 13enne che vive in un isti­tuto per minori, che ricorda poco del suo pas­sato, anche se quando l’hanno tro­vata era in stato con­fu­sio­nale, abban­do­nata su un divano di casa, con i capelli bru­ciati dal ferro da stiro e anche un piede ustio­nato. La rab­bia di una madre insta­bile si era abbat­tuta su di lei.

Il pro­blema per Holly è che la cop­pia che l’ha scelta, Fiona e Ray, non è pro­prio il suo genere, sono dei «bab­ba­cuc­chi». Per­ciò, diventa neces­sa­rio per lei scap­pare al più pre­sto, nadare via dal silen­zio della sua stanza in Mer­cu­tia Road, pro­cu­rarsi una falsa iden­tità e cer­care di rag­giun­gere, in qual­siasi modo, l’Irlanda. È lì che forse si trova sua madre, il nido caldo, la «casa» dell’infanzia per­duta. È lì che potrà rico­min­ciare a vivere come fosse una per­sona nor­male. Come tanti altri ragazzi della sua età. Non sarà così, niente favole per lei, ma il viag­gio clan­de­stino per arri­vare a desti­na­zione, com­piuto rocam­bo­le­sca­mente con una par­rucca bionda in testa che tra­sforma la pro­ta­go­ni­sta in una sfac­ciata Cry­stal, avrà molto da inse­gnarle. Sarà un rito di ini­zia­zione alla vita vera, pro­pa­ga­tosi per forza d’urto. Una spe­cie di «punto e a capo» della sua gio­vane esi­stenza. Cry­stal della strada (pub­bli­cato da Uovo­nero, pp. 275, euro 14) è l’intenso e dolente romanzo di Sio­b­han Dowd, scrit­trice inglese di ori­gini irlan­desi scom­parsa nel 2007, che ha con­qui­stato il pre­mio (postumo) Ander­sen nel 2012 con Il mistero del Lon­don Eye.

La sto­ria di Holly non è solo un libro: è anche una colonna sonora, poi­ché la casa edi­trice ha deciso di seguire le indi­ca­zioni musi­cali dis­se­mi­nate fra le pagine dall’autrice e ha creato un indi­rizzo dove poter ascol­tare le can­zoni citate.

«Essere delin­quenti è un enorme diver­ti­mento», aveva detto una volta Holly a Miko, l’assistente sociale che è il suo unico rife­rimento affet­tivo in un deserto cosmico di sen­ti­menti. Forse non lo pen­sava nean­che, era solo costretta dalla soli­tu­dine che, a volte, fa diven­tare cat­tivi. Fra vaga­bon­daggi not­turni intrisi di fame, stan­chezza e paura, auto­stop, incon­tri impro­ba­bili, peri­co­losi e ras­si­cu­ranti, la ragaz­zina in fuga dovrà fare i conti con se stessa, l’angoscia dell’abbandono, le stra­te­gie di soprav­vi­venza di chi non ha niente e deve gua­da­gnarsi tutto, ripar­tendo sem­pre da zero. Alla fine, sce­glierà di tor­nare indie­tro. Non sarà pro­prio un lieto fine.

Arianna Di Genova

leggi l'articolo sul sito del Manifesto

leggere è un diritto di tutti

7

Creare libri speciali per dare a tutti i bambini, compresi quelli che hanno difficoltà di lettura di vario genere, il piacere di leggere e di condividere gli stessi libri.

Diffondere una cultura della diversità intesa come ricchezza, che sappia stimolare curiosità e conoscenza anziché paura e diffidenza, per mezzo di albi illustrati, opere di narrativa e saggi.

contatti

  • Via Marazzi, 12 - 26013 Crema
  • Tel. +39 0373 500 622
  • E-mail: libri@uovonero.com

NEWSLETTER

Privacy e Termini di Utilizzo
3

Librerie
Hai una libreria e vuoi acquistare i nostri titoli? Contattaci

 
6

Scuole 
uovonero organizza incontri di formazione per gli insegnanti e incontri e laboratori per gli studentiVuoi saperne di più?