Questo sito utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua navigazione. Continuando, dichiari di accettare la nostra informativa sui cookies.

cartadocente

Lo straordinario signor Qwerty

Mangialibri.com, venerdì 11 luglio 2014

Norman Qwerty è un uomo speciale con idee speciali. La sua casa è l’oasi del dettaglio, un luogo dove gli oggetti, anche i più semplici, sembrano essere animati. E ciò che li anima è l’inventiva, la genialità, e la fanciullezza del signor Qwerty. Quasi tutte le invenzioni di Norman hanno gli occhi per vedere, comunicare, esplorare, e premono per uscire da quel cappello che il nostro amico ha posto a sigillo di sé. Quel cappello che lo fa sentire terribilmente solo, perché non gli fa esprimere le proprie idee, ma che a un certo punto non riuscirà più a contenere quell’universo di invenzioni la cui genialità sta nella semplicità…

In un mondo meccanizzato e omologato, dove domina il colore grigio e dove le persone sono vestite tutte allo stesso modo, un serbatoio di piccole idee, nascosto in un cappello, contiene una portata rivoluzionaria. Ce lo insegna Norman Qwerty. Qwerty in inglese è la tastiera del computer, diciamo pure le prime cinque lettere in alto a sinistra. Un do-re-mi-fa-sol-la del nostro mondo informatizzato. Non è un caso se Norman di cognome fa Qwerty, il modo più semplice per farsi riconoscere. Come la canzoncina della Barilla negli anni Ottanta, che riuscivamo a suonare tutti con la più rudimentale tastiera Bontempi.  Anche in quel caso c’era di fondo l’idea di un’omologazione e nonostante questo la potenzialità di un mondo fatto di cose semplici e familiari. Karla Strambini, insegnante di sostegno (e non è un caso) australiana, attraverso la breve storia illustrata di un personaggio dalla testa tonda e senza bocca, ma dalle invenzioni elementari eppur dettagliatissime, lancia un universale messaggio di uguaglianza e allo stesso tempo di tutela della specialità di ciascuno. Un invito ad uscire dal proprio guscio senza avere paura degli altri: il coraggio ordinario di condividere le proprie idee.

Francesco Scarcella

leggi l'articolo sul sito mangialibri.com

leggere è un diritto di tutti

7

Creare libri speciali per dare a tutti i bambini, compresi quelli che hanno difficoltà di lettura di vario genere, il piacere di leggere e di condividere gli stessi libri.

Diffondere una cultura della diversità intesa come ricchezza, che sappia stimolare curiosità e conoscenza anziché paura e diffidenza, per mezzo di albi illustrati, opere di narrativa e saggi.

contatti

  • Via Marazzi, 12 - 26013 Crema
  • Tel. +39 0373 500 622
  • E-mail: libri@uovonero.com

NEWSLETTER

Privacy e Termini di Utilizzo
3

Librerie
Hai una libreria e vuoi acquistare i nostri titoli? Contattaci

 
6

Scuole 
uovonero organizza incontri di formazione per gli insegnanti e incontri e laboratori per gli studentiVuoi saperne di più?