Chi ha fatto l'uovonero?


Amiamo i libri e la lettura. Crediamo che leggere sia un diritto di tutti: aiuta a capire il mondo che ci circonda e la comprensione aiuta a essere liberi. E poi è anche e soprattutto un piacere. Molte persone, a causa di difficoltà di vario genere, restano escluse dalla possibilità di godere dei libri: sono le persone con autismo, da un lato; i dislessici e le persone con disturbi dell'apprendimento, dall'altro; o, ancora, bambini con ritardo cognitivo.

Noi di uovonero vogliamo che chiunque, nessuno escluso, possa esercitare il proprio diritto alla lettura.


uovonero per l'ambiente


Dal mese di giugno 2012 tutti i libri uovonero sono stampati su carta certificata FSC, per la tutela e il rispetto dell'ambiente.


 

uovonero


via Marazzi, 12

26013 Crema (Cr)

tel. (+39) 0373 500 622

mobile (+39) 34 93 77 28 39

libri@uovonero.com

per inviare proposte editoriali

 

Prima di inviare il tuo manoscritto,  ti invitiamo a leggere attentamente gueste linee guida. In questo modo avrai più garanzie che il tuo lavoro possa essere ricevuto e valutato con la giusta attenzione.

1. spiegaci perché ti piace quello che facciamo. Che ti piaccia è scontato, se ci invii una proposta editoriale, mentre non è scontato da parte nostra sapere che cosa ti spinge a rivolgerti a noi.

2. non sparare nel mucchio a caso, ovvero non pensare mai che un editore o l'altro sia lo stesso, e che l'importante sia solo pubblicare il tuo lavoro. Trovare il giusto editore, conoscere il suo catalogo, è un fattore di fondamentale importanza, che significa rispetto per il tuo lavoro e per quello dell'editore. Puoi avere scritto il fantasy del secolo, ma se lo proponi a un editore che pubblica solo saggi di antropologia e poesia haiku vai incontro inevitabilmente a un rifiuto, con conseguente perdita reciproca di tempo e di energie.

3. non dire mai "ho scritto un libro". Il libro è quello che potrà nascere alla fine dalla reciproca collaborazione fra autore ed editore, l'oggetto che finirà in libreria e da lì nelle mani dei lettori. Di' molto più semplicemente che hai scritto un romanzo, un saggio, una raccolta di racconti, oppure che hai illustrato una fiaba, o raccolto le ricette tipiche del villaggio alpino dove passi le ferie da quando eri bambino. Insomma, cerca di dare da subito un'idea chiara del tuo lavoro, descrivilo, presentalo con amore e chiarezza.

4. presenta anche te stesso, o te stessa. Dicci chi sei, che cosa ti ha portato a interessarti delle cose di cui hai scritto, se lo fai per lavoro o per passione o per altre ragioni ancora, quali sono le tue precedenti editoriali (se ce ne sono) o di altro genere. Per l'editore è importante avere a che fare con una persona e non solo con un indirizzo email.

5. se è un'opera di narrativa, mandaci il testo. Le sinossi non servono a nulla. Lo stile, il linguaggio,  non sono elementi secondari ma ciò che crea la magica alchimia che ti tiene incollato alle pagine anche quando non succede niente. E, viceversa, la storia più appassionante può essere di una noia mortale se scritta male. Se proprio vuoi, bastano poche righe di descrizione.

6. non mandare file giganteschi attraverso sistemi come wetransfer o simili. Le immagini posso essere in bassa risoluzione, che per una visione a schermo è più che sufficiente. E non mandare una mail per domandare se vogliamo che con un'altra mail ci mandi il manoscritto. Sono tutte complicazioni che il più delle volte hanno come unico risultato quello di non far arrivare il manoscritto in redazione.

7. ogni editore ha delle proprie norme riguardo al se, al quando e al come rispondere alle proposte editoriali. Noi esaminiamo tutte le proposte e rispondiamo entro tre mesi dalla ricezione solo a quelle che riteniamo interessanti. Questo dipende da molte ragioni, ma in particolare dalla sintesi di due: primo, una risposta motivata richiede una lettura approfondita del testo e molto tempo a disposizione, che purtroppo non abbiamo perché non è questo il nostro lavoro; secondo, anche un rifiuto minuziosamente dettagliato resta il frutto dei nostri gusti e dell'impostazione della nostra linea editoriale, che non necessariamente rispecchiano quelli di un altro editore. E poi, come sostiene Rachelle Gardner, nemmeno gli autori in realtà vogliono conoscere le ragioni di un rifiuto. Se conosci l'inglese e vuoi leggere il perché, fa' clic qui.

8. invia le proposte unicamente all'indirizzo email  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , dove è sicuro che non verranno confuse con altro o trascinate via dall'incessante flusso della corrispondenza.

 


uovonero edizioni snc
via Marazzi, 12
26013 Crema (Cr)
tel. (+39) 0373 500 622