Chi ha fatto l'uovonero?


Amiamo i libri e la lettura. Crediamo che leggere sia un diritto di tutti: aiuta a capire il mondo che ci circonda e la comprensione aiuta a essere liberi. E poi è anche e soprattutto un piacere. Molte persone, a causa di difficoltà di vario genere, restano escluse dalla possibilità di godere dei libri: sono le persone con autismo, da un lato; i dislessici e le persone con disturbi dell'apprendimento, dall'altro; o, ancora, bambini con ritardo cognitivo.

Noi di uovonero vogliamo che chiunque, nessuno escluso, possa esercitare il proprio diritto alla lettura.


uovonero per l'ambiente


Dal mese di giugno 2012 tutti i libri uovonero sono stampati su carta certificata FSC, per la tutela e il rispetto dell'ambiente.


 

seguici su

uovonero


via Marazzi, 12

26013 Crema (Cr)

tel. (+39) 0373 500 622

mobile (+39) 34 93 77 28 39

libri@uovonero.com

Custodi di libri

Lettura candita, lunedì 25 luglio 2016

Arriva dalla Francia il primo romanzo di una trilogia fantasy, creata da Marine Carteron: La Lega degli Autodafé.

Mio fratello è un Custode è il romanzo che ci introduce nella lotta millenaria fra la Confraternita, le cui origini risalgono nientemeno alla fondazione della Biblioteca di Alessandria ad opera di Alessandro Magno, e la Lega degli Autodafé.

L'oggetto del contendere è la conoscenza contenuta nei libri, per i primi bene supremo da difendere e diffondere, per i secondi nemico mortale da distruggere, per poter dominare il mondo.

A raccontarci tutta la storia sono due fratelli, lui, il più grande, Gus, quattordicenne molto preso dalla vita di relazione e ignaro del suo futuro di Custode, lei, Césarine, la sorellina autistica molto dotata e intraprendente.

La famiglia, dopo la morte misteriosa del padre, si trasferisce nella tenuta dei nonni in campagna, la Commanderia, piena di libri e di misteri. E' proprio qui che prende corpo la congiura della Lega degli Autodafé, che ha aderenti insospettabili nei posti chiave di questa piccola località di provincia. Tutto per ritrovare il luogo segreto in cui sono custoditi gli antichi documenti della Confraternita, contesi da entrambe le fazioni. Gus, dunque, si ritrova catapultato nel mezzo di una lotta spietata e scopre, suo malgrado, l'utilità del suo lungo allenamento in tutte le arti marziali conosciute. Il suo percorso lo porta a costruirsi nuove amicizie, coinvolgendo un geek di talento, che si fa chiamare Nenè, e un vecchio amico, Bart, fratello transfuga della famiglia nemica mortale dei suoi avi.

La narrazione segue con efficacia, alternando il punto di vista di Gus con il divertente diario di Césarine, un'azione incalzante, con numerosi colpi di scena. Se i canoni del fantasy sono rispettati tutti, con il bene e il male ben contrapposti, il gruppo di eletti depositario delle chiavi per salvare il mondo dai malvagi, e la conoscenza ieratica portatrice di salvezza, lo stile narrativo si arricchisce di un'impronta ironica, divertente, puntando tutto sulla simpatia del personaggio di Césarine, sicuramente il personaggio più riuscito, e sulla commistione fra la vita quotidiana di un adolescente e la sua dimensione eroica. Originale senz'altro riempire il romanzo di personaggi 'marginali', dalla coprotagonista alla sua amica Sara, affetta dalla sindrome di Down, allo stesso Nenè. Questo esercito di presunti 'diversi', pieni di talenti imprevedibili, riesce a rispondere agli attacchi dei cattivi e sono certa che uscirà vincitore al termine del ciclo di romanzi.

Certo, ho trovato sorprendente, nel quadro storico che fa da cornice alla narrazione, vedere trasformati i Templari in bravi ragazzi e la Rivoluzione Francese come un movimento oscurantista, con buona pace di D'Alambert e Diderot e di Voltaire.

Meglio interpretare questa visione come una licenza poetica, piuttosto che come un preciso orientamento storico, che francamente non potrei sottoscrivere.

Ma di tutto questo, dubito che i ragazzi possano cogliere alcunché, presi semmai dalla trama fitta di eventi, dalla scrittura agile e dal sorriso strappato anche nei momenti drammatici.

Lettura per giovani eroi a partire dagli undici anni.

“La Lega degli Autodafé. Mio fratello è un Custode”, M. Carteron, Uovonero 2016

Eleonora Rizzoni

Leggi l'articolo sul sito di Lettura Candita



Condividi questa pagina su: